domenica 11 maggio 2008

Acustic Night 8






Per il terzo anno di seguito ormai mi sono ritrovata seduta nella penombra del teatro della corte ad ascoltare affascinata i brani dell' acustic night....
commentare la musica è per me da profani in quanto non musicista, ma il fatto che le due ore e mezzo di spettacolo mi siano praticamente scivolate tra le dita nonostante fossi anche nel bel mezzo di un attacco influenzale (e vi assicuro che cercare di starnutire e soffiarmi il naso solo durante gli applausi era tutt altro che semplice...) si commenta da solo!!
La scenografia era speciale, purtroppo non ho trovato immagini sul web.....e non avevo la fotocamera con me....mi spiace....

Quest anno ad affiancare il simpaticissimo Beppe, che durante i concerti non fa che ringraziare la moglie (a me ste cose commuovono...), c erano tre personaggi favolosi!

Jim Hurst alla chitarra, un omone di quelli che lo vedi e te lo immagini davanti ad un piatto di tagliatelle di quelle fatte in casa al sugo di cinghiale con una caraffa da litro di vino rosso e denso....miglior chitarrista dell anno, uomo di poche parole ma gran musicista.





Missy Raines al contrabbasso. Una donnina dall aspetto tenero, semplice, sorridente...non avevo mai visto suonare il contrabbasso dal vivo, mi ha affascinata moltissimo. Sembravano due amanti.... era una danza continua tra lei e il suo strumento a tratti straripante forza....davvero eccezzionale. e non priva, la ragazza, di una voce dolcissima.....
vincitrice di non so quanti premi per miglior sassofonista, e scusate se è poco!
io non vinco manco il "gratta e vinci"!!




Bruce Molsky . come commentare quest omino?
IL MIGLIORE!!!!
no, davvero ragazzi, un ometto fantastico!
direttamente dal bronx (e non dalla città dei folletti come inizialmente pensavo) si presenta con il violino e non lo suona, ci fa del petting. la sua voce sembrava scaturire dalle corde del violino, impressionante, ammaliante...
poi posa il violino e prende la chitarra....poi posa la chitarra e prende il banjo.....
ed io lo fissavo inebetita chiedendomi come si dice in inglese "ti prego, desidero tenerti sul mio comodino, non cucino malaccio".....

3 commenti:

Gatta bastarda ha detto...

e quest'anno me lo sono persa... ma la mattina lavoravo e alzandomi alle sei era improponibile vedere gambetta &co. quest'anno sigh... non ho potuto baciare il mio beppe...

mi rifarò l'anno prossimo spero.

e oggi che a mele c'era la festa degli artisti di strada che aspetto da un anno ed eravamo riusciti anche ad arrivarci in tempo dopo una comunione... pioggia a catinelle e niente festa... ma porc....sono depressissima!

ValeTata ha detto...

Kat, deve essere stato bellissimo :))) Bacissimi!!!

Nella ha detto...

sigh =((( mi sarebbe piaciuto andarlo a vedere.

Smack, buona serata!!!