venerdì 26 settembre 2008

Abba


In questo mese sono avvenuti fatti sconcertanti...

voglio dedicare questo post a Abdul William Guibre, il ragazzo nero che è stato ucciso a sprangate.

Tutti voi saprete come si è svolta la faccenda: una bravata da ragazzi.

Entrano in un bar di notte, rubano dei biscotti, e scappano.
io da ragazzina qualche volta ho rubato....le matite per gli occhi.
meritavo di essere bastonata a morte?

I due campioni autori del delitto hanno rincorso Abdul e i sui 2 amici, e dopo averli insultati per essere "negri di merda" li hanno malmenati.

Quante sprangate sulla faccia servono per morire?
Vorrei saperlo. Dicono una ben assestata sulla testa. una sola. come se rendesse il fatto meno grave.

I due assassini (perchè altro non sono) hanno poi, per coronare come merita il fatto, alzato i tacchi lasciando un diciannovenne in agonia sulla strada.

Per dei biscotti.

Ne ho sentite di tutti i colori...

"non siamo razzisti!".
e certo. perchè se quella notte fosse stato un ragazzetto biondino lentiginoso e magari con i brufoli glieli avrebbero schiacciati con la spranga....immagino.
lo avrebbero denunciato, di sicuro insultato. ma dubito che l' avrebbero preso a bastonate lasciandolo poi in fin di vita sulla strada...

"pensavamo avessero rubato l' incasso!".
pensavate?!
come si fa a scambiare l' incasso per dei biscotti?!?
Andiamo, non prendiamoci per il culo......

Non voglio dipingere Abba come un martire, perchè non lo conoscevo e magari era la peggio testa di cazzo di Milano.
ma onestamente un ragazzino che ruba una scatola di biscotti in un bar mi fa più ridere che altro.
e mi rattrista la violenza che questo ha causato.
si sono addirittura presi la briga di inseguirli con il furgone......
e non riesco a non vedere dello schifoso razzismo in tutto questo.
è troppo lampante.
l' ommissione di soccorso è poi la goccia che fa traboccare questo vaso di m***a.

Mi dispiace Abba.
Avrei voluto conoscerti per poter piangere la tua morte.
Avrei voluto non sentire mai il tuo nome, sconosciuto tra i ragazzi che vivono.
Buon Viaggio...

11 commenti:

UnaDonnaInCammino ha detto...

Io francamente credo che gente come questi 2 avrebbero ammazzato anche un bianco o un giallo, sono pazzi e vanno puniti.
Cmq in certe zone di Milano c'è d'aver paura ad andare in giro e la gente è anche un po'esasperata...

al-dahri ha detto...

Alla faccia dell'esasperazione! Che dire, certa gente è fatta così... dovrebbe solo spalare merda tutto il santo giorno... altro che gestire un negozio.

liberoPensieRoberto ha detto...

Una scatola di biscotti.
Vale dunque tanto la vita di un uomo? Anche fosse l'intero incasso di quella giornata.
I due proprietari, padre e figlio, esasperati, potevano benissimo rincorrere il ragazzo, bloccarlo, tenerselo bello stretto e portarlo dai carabinieri. Magari dargli due schiaffi dalla rabbia.
No, amici, è la sete di morte e di vendetta che ha avuto il sopravvento.
L'uomo che mandò più volte all'ospedale mia madre mi capitò davanti, ed io mi trovavo fra gente che poteva farlo tranquillamente fuori.
Beh, ho resistito alla tentazione (che ancora oggi ho e che mi turba il sonno) di porre fine a quella sciagurata vita, e l'ho solamente denunciato.
Come ho fatto?
Mi sono semplicemente chiesto: ma quanto vale la vita di un uomo?
Più della mia vendetta.
E di certo, più di una scatola di biscotti.

Massimo ha detto...

Io credo che tante volte ciò che ci ferma è la paura di pagare le conseguenze dei nostri gesti. I bigotti ed i bigottismi non mi interessano; liberopensieroberto io la penso così.
Ciao

Kat ha detto...

@donna:capisco l' esasperazione, ci sono zone off limit anche a Ge, ma non si può incolpare la razza, solo il singolo (o banda, associazione, ecc).
credo sia sbagliato farne un discorso di colore. e credo che il governo abbia tutte le possibilità ed i mezzi per razionalizzare. perchè non lo fa?

@Al: spalarsi l un l altro...?

@roby: massimo rispetto, a volte è molto più difficile restare lucidi che mandare un fetente al creatore....

@massi:la paura delle conseguenze può essere freno di mille cose, ma non dell' omicidio. dovrebbero esserci valori più alti. e non è bigottismo, ma solo una visione mia delle priorità, perchè ho perso persone care, e penso alla perdita di un conoscente per una cosa tanto futile.
come fai a fartene una ragione?
ci sono modi e modi per tutte le cose, punire è giusto, ma al giusto prezzo.

Ishtar ha detto...

La cosa che più mi rattrista che non è l'unico ma spero sia l'ultimo a morire così...
Ciao

**ila** ha detto...

ciauu
ke bello il tuo bloggg
cavolooo!
complimentii
i mio fa pena >:<
buah
..xdxd
cmq soon davvero ingiusti i razzisti
....proprio nn li capisco guarda!..
bah,.!!

\\-(¯`v´¯)-*ιℓч*-(¯`v´¯)-// ha detto...

ciauu
...hhe quella giornata ero particolarmente nervosa x fatti miei ^________________________^
ma ora va meglio xD
cmq come ti kiami??^^

\\-(¯`v´¯)-*ιℓч*-(¯`v´¯)-// ha detto...

ciauu
sisi sto meglio dai!!
...cmq io dsn ilaria
tu di dove sei??^____________^

Elsa ha detto...

Ciao... nessuno merita tutto questo dolore. Un saluto Abba dal post di NottidiLuna.
Elsa

Zero ha detto...

che vergogna. Gente come questa deve avere il carcere a vita... carcere vero.. duro.. e sapere che non uscirà mai più di là dentro... mai più una passeggiata.. mai più potranno vedere il mare, o andare al cinema.. mai più poter camminare mano nella mano con qualcuno.. mai più poter fare un giro con un amico... fino alla loro morte.

Sarebbe questa la giusta punizione per persone simili. Una tortura per tutta la loro stronza vita.

Scusate la durezza...