venerdì 23 dicembre 2011

Baracconi


alcune sere fa.

sono in anticipo di un ora abbondante, scendo dal treno a brignole e m incammino verso la pizzeria.
è buio, fa freddo, e non ho voglia di stare ferma ad aspettare, ho anche dimenticato a casa il libro che sto leggendo....

così proseguo a camminare sulla strada verso corso italia.
penso a tutto e nulla, ai miei sogni, ai sogni di altri, alle stelle ai gatti e ai clown.

ormai in piazza rossetti, il profilo dei baracconi si palesa silenzioso e vuoto. sono chiusi, che strano penso. ma in effetti di mercoledì sera, con sto freddo...chissà se si può entrare anche se è tutto spento...

mi avvicino, ormai solo l attraversamento pedonale tra me e le bancarelle. alcune lucine sono accese ma le braccia meccaniche delle varie giostre sono inermi. sento le musiche delle varie macchinette automatiche, alcune voci sparse.

rimango ferma al semaforo per vari attimi, forse passa un intero scambio di colori delle luci, poi alla fine mi decido.
attraverso ed entro.

l odore di dolci e zucchero filato pare esser stato portato via dalla brezza che sale dal mare vicino. lo spazio tra le bancarelle è vuoto, le più sono chiuse, solo alcuni giostrai stanno ancora chiudendo, chiaccherando.

mi sento un pò osservata, che strano, ho paura. la musica dei giochi mi inquieta, il cuore mi batte nel petto con una certa insistenza. mi sforzo di passeggiare quieta, tranquilla. alcuni sguardi, li ignoro, penso al cielo stellato sopra di me, tengo il passo costante, il respiro controllato.

la prima uscita è mia, non mi volto indietro, riattraverso la strada e torno verso la pizzeria pensando che forse, da ragazzina, ho guardato troppe volte IT.....

lunedì 19 dicembre 2011

esperimento culinario num. 01

ragazzi, da quando la via del veganesimo mi si è aperta innanzi, con essa le mille nuove sperimentazioni culinarie!!!


esperimento Veg number 01:

Ingredienti:
(quello che trovo in frigo...)
1 Melanzana
1 panetto di Tofu
2 Arance
1 Pugno di pasta corta integrale

sale, pepe, cannella

Allora, partiamo dal presupposto che ste robe le mangio solo io, perchè il marito con la gentilezza d un camionista me le lancerebbe se tentassi di rifilargliele.......

Tagliato la melanzana a cubetti piccini, fatta saltare in padella con solo il sale fino a che non è scurita, aggiunto il Tofu anche lui scubettato con amore, lasciato sul fuoco medio ad abbrustolire...
Nel mentre in un pentolino cotto la pasta con sale e cannella.
Sbucciato le due arance (tipo mela) e fatte a cubettini (io i cubettini li adoro.....)

Cotta la pasta, colata e lanciata nella padella a saltellare con i cubetti vari, in allegria...
Aggiungo i cubetti d arancia, spolvero di pepe nero, aspetto giusto che vada in temperatura, e GNAM!

Se vi capita di tentare st intruglio fatemi sapere!! ^____^

giovedì 8 dicembre 2011

La Fattoria degli Animali


Ma non siete stanchi?
Io ormai non ce la faccio nemmeno più ad accendere la tv.
Politica, Puah!!
Come diceva mio nonno (mentre tagliava le unghie con un magnifico Opinel...) "finiranno tutti all inferno, con le scarpe!!"

Saggio Nonno......

Io davvero non comprendo: cosa fanno per noi? illuminatemi.
Mi sento come quando a scuola il bullo di turno ti obbliga a fargli i compiti e ti deride e chissà perchè tu non ti ribelli....in realtà immagino, perchè i bulli con me non hanno mai bulleggiato...mi gongolo all idea che fossi furba, ma credo fosse merito delle tette. magia Tettosa....ma non divaghiamo, dicevo:
Mi sento presa in giro.

Ma il governo, la politica, l intera società non dovrebbe aiutare noi? e invece quello che nel mio piccolo succede in casa (l amministratore che non toglie le erbacce dal parcheggio condominiale ma poi lo stipendio lo prende senza alcun rimorso...) succede su larga scala.

Davvero, è assurdo.
Partendo dall evasione, dall assenza di aiuti a chi ne ha bisogno, passando per la situazione sanitaria e per i tagli ai lavoratori...

Ma senza stare a cercare chissà quale tema epico, parliamo di me, cosa c è di più semplice?
Donna di 28 anni, sposata, niente figli, lavoratrice (sfruttata e sottopagata) dipendente.

1) mutuo:
perchè non esiste un aiuto economico per le persone con la nostra situazione a dir poco disastrosa ...? che poi non pretendo mica di non  pagare, ma calcolatrice alla mano, quando frà altri 25 anni (che 5 li ho già pagati) avrò (si spera) esaurito il mutuo, di case ne avrò pagate 2. Giuro: il doppio giusto giusto.
Ma naturalmente per chi i problemi non li ha, paga soldini svolazzanti, magari ben ordinati in mazzette di violaceo contante, non li si crea. Eccerto. Io non ho una lira e camminano sul mio corpo martoriato, loro stanno bene e gli offrono pure il caffè.
Ma non dovrebbe essere il contrario???
"Oh, Tu, Povera creatura squattrinata, vieni che ti aiuto, ti agevolo, esci di casa, vola fuori dal nido...." e non "Oh tu, misero escremento fetido della società vieni che ti SchiaCCio !!"

vabbè, ma sorvoliamo che ne palerei per ore.......

2) Evasione alla Prison Break:
mi spiegate perchè quando si è lavoratori dipendenti le tasse te le detraggono a priori? che uno volesse rubare non è manco libero di farlo!! con noi la evitano per bene l evasione.....con noi miserabili a mille euro al mese......però poverini non riescono ad evitare che gente che muove somme di denaro inimmaginabili paghi la loro parte. Immagino sia complesso, di certo tutti quei ricconi tengono i soldi nel materasso, strati su strati di biglietti da 500 che la principessa sul pisello non sentirebbe manco la banana...eccerto, come si fa ad evitare? poverini, così sfortunati........come fanno a sapere che evadono? come si fa? loro così astuti, ci vorebbero tutti i CSI del mondo con quello di LieToMe e pure il Mentalist di TheMentalist, e forse nemmeno loro riuscirebbero a beccarli, sono aStuti.......

3) Pensione, questo lontano miraggio......:
noi in pensione a "mai più", i parlamentari dopo 5 anni hanno il vitalizio.....ma perchè???? non capisco, perdonatemi, bevo troppo a volte e magari mi sono fumata qualche neuone. spiegatemi sta cosa: perchè??? perchè io verso soldi contanti che levo dalle mie spese, magari vitali (pensare a chi ha spese mediche per esempio...) ogni mese che non rivedrò mai perchè il giorno prima del mio pensionamento mi verrà una cricca, dato che sarò decrepita, e i soldi , se li piglio, li spenderò in dentiere e viagra al marito e loro dopo 5 schifosi anni di PseudoFancazzismoScolastico della terza età c hanno il vitalizzio?!? PERCHE'?????

4)....5)...........6)...............

manco con una scorta di carta igienica, quella col cane che la rincorre felice, manco quella basterebbe a parlare di tutto questo.

Resta il più grosso significativo dilemma: in mezzo a tutti questi pezzi di me(LM)a ci sono anche molte persone che magari sanno cosa sarebbe "giusto". perchè chiunque riesca a raggiungere un qualsivoglia posto di potere si ritiene pure in diritto di tappare gli intimi buchi delle persone con parti di se? senza manco chiedere permesso? non comprendo.
Cheppoi nessuno si aspetta che non rubino, non sia mai, mica lo fanno apposta...ma rubare un pò meno, no? io almeno, quando da ragazzina una volta ho fatto "saltare" un fard in un supermercato mi sono nascosta. loro manco quello. rubano alla luce del sole, davanti ai nostri occhi che come branchi di pecoroni bruchiamo la nostra erba felici se riusciamo a rubarne un filo al vicino, incuranti di chi mangia noi e pure il nostro vicino (denutrito a causa nostra)......

Aveva Ragione Orwell:

" Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri."





immagine tratta da BrainlessTale




domenica 4 dicembre 2011

Cambio Vita



Ragazzi, cambio tutto.......

Tutto è nato con il desiderio di cercare casa in campagna...
cerchiamo lavoro, vogliamo una vita tranquilla, tra la natura, lontana dal clangore cittadino....

e così si cerca....e cerca cerca quel che trovo è un annuncio di "cedesi gestione" di un B&B...

bhè, che dire, per farla breve alla fine con la splendida signora che gestiva il Bad s è deciso di gestiro insieme!!

Inutile dirvi le varie paure, i dubbi, i problemi logistici e altro.....gli amici che danno consigli, che ti mettono di fronte alla situazione di crisi in cui siamo, gli altri che ti dicono "vai, e spacca tutto"........
ma la cosa è una, e una sola: voglio tentare.

Sono anni che penso ad un attività del genere, al vivere fuori città, magari in una cascina. e mi si presenta un occasione del genere, come potrei rinunciare? con che faccia guardare la mia immagine allo specchio, tra anni, magari ancora qui intrappolata in questo cemento, con il pensiero del "chissà se...."
Nulla è più pauroso dei rimpianti......

E quindi alla fine si va. Già dato le dimissioni, e dopo Natale si parte......

Le idee sono tante, la voglia ancora di più. La prospettiva di condurre una vita scandita dalle cose che amo, dal contatto con persone che cercano solo un posto in cui star bene. Potrò aprire una scuola di Yoga, potrò giocare le mie carte e cercare di vivere bene, serenamente.
E credetemi: l idea del guadagno è distante, perchè credo che se riusciremo a mantenerci sarà già buona cosa...ma staremo bene. è questo che conta.

In fin dei conti cos abbiamo da perdere? un lavoro che odiamo, una vita alienata fatta di viaggi nel traffico e giornate lunghe senza scopo se non quello di far guadagnare qualcun altro. Arrivare a casa stanchi, stressati, e per cosa? Per pagare il mutuo d una casa che a malapena intravediamo la sera prima di andare a dormire...

Ognuno ha un sogno, vero? Anche voi, ognuno di voi.....
Chi sogna ricchezza, chi sogna longevità. Chi di diventare potente, chi aspira a posti lavorativi importanti, chi semplicemente ad avere una famiglia felice, chi di aiutare il prossimo...
Ogni sogno ha la sua importanza, e credo che ogni sogno è degno di essere sognato se esiste la via per realizzarlo.
Tentare in fondo non nuoce, abbiamo solo una vita (cioè, tante, ma non le ricordiamo...quindi ne conto una...) ed è giusto tentare di renderla il più significativa possibile, è un nostro diritto scommetterla per cercare di renderla migliore.

Avete mai messo sul piatto tutto voi stessi? con un lavoro, con lo studio, con un amore...?
Quando mi sono sposata ho pensato la stessa cosa, avevo paura, e mi sono detta che non serve scappare, si affronta, e si spera vada bene, ci si impegna affinchè vada bene, e mai nulla sarà facile.
Ma mai arrendersi, no?

Quindi benvenuti nel mio nuovo sogno!!


La Colombaia B&B

Aspetto di conoscere i vostri !!



domenica 1 maggio 2011

“Marinai, Profeti e Balene”


27 aprile
al Carlo Felice di Genova.....
io c'ero.

non so che dire....

Amo Vinicio basta?


lunedì 4 aprile 2011

The Sumerian Legend of Lilith


Before the stars were born
Before people built great cities
The great mountain Atlen shook
And bled fiery blood
As it gave birth to Lilitu

The land all around burned
Many animals and people died
When Lilitu opened her eyes
Lilitu saw the ashes of her birth
And wept tears like rain

Lilitu's tears became rivers and streams
Flowers grew where Lilitu walked
Trees grew where Lilitu sat
The ashes became fertile soil
And an orchard became Lilitu's home

In Lilitu's orchard many animals are
People came to live in paradise
Lilitu gave them grain and taught them to harvest
Lilitu made bread and beer
The people rejoiced, ate and drank

One day a great prince came to the land of Atlen
He spied Lilitu and wooed her
But Lilitu spurned and rejected him
The great prince became very angry
He spied two lions and killed them both

Lilitu wept for the lions
She cradled their heads in her arms
The lions awoke to her tears
The lions licked away her tears and became strong
They became Lilitu's loyal friends

The great prince saw this
And again he wooed Lilitu
But Lilitu became a bird
She flew away from him
Angry, the prince began hunting birds

Lilitu saw this and was upset
To spite the prince she spat at him
And mated with a serpent
Lilitu gave birth very quickly
Her child was like no other

The child had six arms
The child had a serpent's tail
The child was very strong
Lilitu called the child a marilitu
The Marilitu attacked the great prince

The great prince and the marilitu fought
The fought day and night
For night after night
And day after day
But neither could win the fight

Lilitu saw this and mated again
Another marilitu was born
And another and another
Two hundred and sixteen were born
In fear the great prince ran away

The people of the orchard rejoiced
The marilitu's farmed the land
The marilitu's protected the people
But the great prince swore vengeance
He cursed the mountain Atlen and its land

Atlen became angry at this curse
The mountain and the land shook
Atlen shook and bled and cried
Its fiery blood made fires
And its tears made floods

Afraid Lilitu turned into a great bird
She grasped people in her feet
She carried animals on her back
The marilitu's and the lions carried people too
Together they fled the land of Atlen

Lilitu went west and east
Lilitu went north and south
Finally she came to dry land
The people thanked Lilitu greatly
The people built statues in her honour

Lilitu wept for her lost home
Her tears formed two rivers
The rivers joined together
They flowed into the ocean
The people grew grain by the river

The people grew great orchards
They built buildings and towers of stone
The people grew healthy and the land rich
Merchants from far places travelled there
News of the wealth of the land grew

The great prince heard of the land
He sent his heralds to inquire of its lady
But Lilitu fed his heralds to her lions
The great prince sent an army
But the marilitu's destroyed his army

Finally the great prince went
When he saw the beautiful orchards
When he saw the six-armed marilitus
The great prince knew the lady was Lilitu
In fear he disguised himself as a woman

The great prince went to Lilitu's temple
His disguise fooled the people
But the lions knew his scent
The two lions warned Lilitu
So Lilitu prepared a trap

Lilitu summoned thirty-six young men
She filled a hall with thirty-six silver platters
She ordered thirty-six beasts slaughtered
At last she was ready
She invited the people to the feast

People came from all over the land
The great prince came too
The great prince arrived in disguise
But Lilitu knew him eagerly
She welcomed him as an honoured guest

The great prince accepted her hospitality
He sat before all the people
The thirty-six young men were brought forth
"Please choose a man," Lilitu commanded
Not wanting to be rude the great prince chose one

Lilitu bade the great prince to sit beside the young man
The silver platters were brought forth
The people feasted on the meat of thirty-six beasts
Great gifts were brough forth
Lilitu gave the gifts to the great prince

Confused the great prince accepted
Then the feast was finally over
Curious, the great prince questioned Lilitu
"Do you always give such grand gifts to strangers?"
"Only when someone is married," Lilitu answered

Realizing what had happened the great prince became angry
He ripped off his disguise
He drew his sword and his dagger
"Why have you made me marry this man?" he demanded
"Because you can never marry me," Lilitu answered

Enraged the great prince attacked Lilitu
The two fought endlessly for Lilitu was very strong
Whenever the prince would get too bold
Lilitu would change into a bird
The great prince fell to the ground and wept in despair

The great prince professed his love
He promised that he would never quit
He prepared to cut his own throat
Finally Lilitu grew tired of this game
She felt pity for the great prince

"I will grant you one kiss," Lilitu declared
Desperate the great prince accepted
The moment the great prince's kiss had been dealt
His body flooded with life and then death
So great was the pleasure of one kiss that he died

Lilitu wept for the great prince
But the great prince remained dead
Saddened Lilitu knew she could never love
No mortal man could taste her kiss and live
Her tears brought life, but her kiss brought death


http://www.lilithgallery.com/library/The_Legend_of_Lilith.html

domenica 27 marzo 2011

Stumbolando




VI PREGO!!!

Andate a vedere questi!!!

http://2photo.ru/12733-risunki-xudozhnika-sam-nielson.html

Libertà e Amore



Cos è lo yoga?

Da quando ho iniziato la pratica cerco una risposta, ed ogni volta ne trovo una diversa, perchè Yoga è tante cose, è cura del corpo, della mente, del respiro, è psicologia e filosofia, è devozione, è vivere quotidiano....

La sua nascita si perde agli albori del tempo, è una disciplina antichissima i cui testi non sono realmente databili.

Yoga è tutto ciò che porta l' uomo verso la libertà.

Ma quale libertà?

Essere liberi significa essere consapevoli di noi stessi, del nostro vero io, dei nostri limiti fisici e mentali.

Yoga è la filosofia della Libetà.

Un pensiero che vede l' uomo schiavo di se stesso, una continua ricerca di verità, non al fine speculativo, ma per trovare vie che ci rendano la naturalità del nostro vivere il presente.

Il nostro corpo tende, per natura, alla ricerca della comodità. Sta a noi guidarlo verso uno stile di vita corretto, sia dal punto di vista etico, che da quello "fisico".
I concetti etico-morali sono la base di tutto nello yoga, senza ben saldi nel nostro essere tali concetti la via verso la libertà non può essere intrapresa.
Una volta intrapreso il nostro cammino, questo ci porterà attraverso il controllo del nostro corpo e del nostro respiro, a quello dei nostri sensi e della nostra mente, scoprendo così il nostro vero Essere privo di patine o filtri, trovando un nuovo punto di vista da cui osservare il mondo, e il nostro stesso vivere in esso.

Asana, Pranayama e Pratyahara altro non sono, appunto, che gli esercizi ed i metodi, per imparare il controllo, rispettivamente, di corpo, respiro e sensi.
Perchè solo essendo padroni di noi stessi, e non schiavi dei nostri sensi e necessità fisiche apparenti, dei desideri della mente e dei capricci del corpo,
solo allora potremo davvero Vivere serenamente e consapevolmente.

Facciamo un esempio semplice: la Gola.
Prima tra tutti i golosi ci sono io. Mi lascio tentare, soddisfo la mia voglia di turno con voracità, e poi per giorni rimpiango la mia mancata forza di volontà perchè magari mi appesantisco, digerisco male, mi sento assonnata, grassa, mi vengono brufoli in ogni dove......
Tutto questo, magari, per un piattone di pasta che si poteva almeno ridimensionare....
Noi figli del consumismo abbiamo dimenticato, ormai, che si consuma per vivere, che non si vive per consumare, e questo vale per tutto, anche per il cibo....

La chiave di tutto sta nel volersi bene.
Volersi bene porta a preoccuparsi del proprio corpo, e quindi a mantenerlo sano e in forma,
e della propria mente, cercando di evitarle stress inutili (ragazzi, take it easy....).

Avete mai provato ad ascoltare il vostro corpo?
Sapete quali sono i sui limiti?
Gli affetti su di voi dei diversi cibi, delle vostre azioni?
Conoscete i reali perchè delle vostre scelte?

Lo yoga è tutto questo. Ci insegna ad ascoltare il nostro corpo, i suoi cambiamenti durante le varie Asana, ci dice d osservarci, di sentire ogni singolo muscolo muoversi per portarci alla posizione, di sentirne lo sforzo, l' azione, la stabilità. Ci insegna a controllare il nostro respiro con il Pranayama, a portarlo attraverso la trachea ai polmoni, a sentire il diaframma lavorare, a trattenerlo, a forzarlo, a rallentarlo.... Ci insegna a ritrarre i sensi, ad ascoltarci dentro....a meditare, a scoprire cosa c' è dentro di noi.

lo yoga è accettare noi stessi, cercare di migliorarci lavorando sui nostri "limiti", ma nel loro rispetto.

Volendo bene a noi stessi ameremo il prossimo, è una naturale conseguenza.

Yoga è Amore.

Ascoltarsi, imparare a conoscersi, amarsi, ed amare....
Cosa può esserci di errato in questo?
E da questo viene poi il resto, perchè chi ama non ferisce, non ruba, non inganna, agisce per il bene suo, di chi gli è accanto e del mondo in cui vive.

In che mondo meraviglioso vivremmo se tutti sapessimo amare....

Lo Yoga è questo:
Amore e Libertà.

giovedì 10 marzo 2011

Throught of you


Guardate questo video, è bellissimo.....

mercoledì 9 marzo 2011

Acqua in casa!!

Quante bottiglie d' acqua consumate alla settimana?
Noi circa una al giorno, in media.

Quindi: Quante bottiglie di plastica buttate alla settimana?

Ci abbiamo un pò riflettuto, ma poi eccolo!

IL GASATORE!!

In casa mia è arrivato per il marito dato che io bevo senza problemi acqua liscia del rubinetto,
ma in effetti che senso ha comprare l' acqua quando ormai tutti l' abbiamo in casa?!

Oltre ad evitare sprechi di plastica (le bottiglie buttate via vengono riciclate, ma non tutti fanno la differenziata e comunque anche riciclare ha un costo, molto meglio sarebbe non produrre rifiuti...non produrne affatto è impossibile, ma almeno limitiamo, no?), è un risparmio economico (che, pedonatemi, ma schifo proprio non mi fa...) ed è anche un risparmio di tempo perchè spesso, almeno noi, si andava a far la spesa solo per l' acqua, e nel lungo tragitto che il supermercato fa fare per giungervi, il carrello si riempiva di tutt' altro......

Convincere il marito è stato semplice: "mi porti a far la spesa o compri il gasatore?"

Ha comprato il gasatore!!

Qualcuno mi ha detto se non mi spiace per le ditte che producono acqua che stanno chiudendo....no, come non mi dispiacerebbe se chiudessero le ditte che producono sigarette (e fumo anche io, quindi non sono di parte....).

Provate, ne vale la pena!!

E' una delle piccole cose che possiamo fare per noi ed il nostro ambiente, e non ci costa davvero nulla, e se già lo avevate....bè, ora ce l ho anche io!!

domenica 6 marzo 2011

Bulbi!



Nonostante la giornata inziata male, il sole mi ha travolta!

Ho tirato fuori il necessario ed ora i miei bulbi sono nella terra in attesa di germogliare!!




Ho piantato gladioli e narcisi....

Stumbolando



Queste le ha trovate mio fratello!
Andate a vedervi le altre immagini che sono stupende!!

giovedì 24 febbraio 2011

Lievito Madre


Ebbene si, ci sono cascata anche io!!

Letto ovunque (Qui, qui...) non poteva che stuzzicarmi curiosità dato che ormai da anni faccio il pane in casa ogni domenica!

La ricetta è semplice, dopo aver frugato nei vari siti-blog e varie ho scelto questa:

200gr farina manitoba
100gr acqua
1 cucch di miele
1 cucch di olio d oliva

Si impasta il tutto e...........VIA!!



Il lievito madre, se curato, può durare per sempre, essendo "vivo" basta dargli da mangiare (e tanto amore............).

Dopo il primo impasto, infatti, si attendono 48 ore nelle quali la palletta di pasta triplicherà il suo volume, e poi si parte con i rinfreschi:

i primi giorni ogni giorno (per 7-10 giorni), poi una volta a setti o secondo necessità.



Il rinfresco consiste in un reimpasto, tenendo 200gr di impasto si aggiunge lo stesso peso in
farina e la metà in acqua (200gr impasto+200gr
farina+100gr acqua).
Mantenendo le proporzioni a seconda delle esigenze tramite i rinfreschi si ottiene la quantità di lievito necessaria.

Considerate che per un kilo di farina sono necessari 3 etti di lievito madre, e che naturalmente i tempi di lievitazione sono decisamente più lunghi che con il lievito di birra.

Il mio lievito è molto giovane e ne ha di strada da fare, ma i primi panini sono stati sfornati e già digeriti!!




Bè, che dire, fatemi sapere!!

........E' nato!!!!

.........è


Bioblog!!!








Ci pensavo già da un pò, avete idea di quando è proprio un segno?
ecco: appunto!

Innanzi tutto grazie a Roby che mi ha scritto: "Ti do torto sul "non serve a niente": tutti gli eventi di informazione che ho fatto, le cose che ho scritto, i video che ho pubblicato... sono serviti! Ne ho testimonianze. Certo non a livello nazionale, ma nel mio piccolo so che informare, oltre che lamentarsi, fa sempre bene! "

I miei Guru: perchè non è nostra responsabilità il far crescere i semi nel cuore delle persone, perchè sta a loro.
Nostro impegno è seminarli, perchè quanti più semi ci sono nel cuore tanto più alta è la possibilità che qualcosa germogli.......

Una persona con cui parlarne, condividere... (LaRoby)

E tante altre piccole cose, perchè la mia terra è la mia casa, la mia Tara....

Per tutto questo e molto altro è nato





giovedì 17 febbraio 2011

Spirito e Materia



Prakriti e Purusa erano,
infiniti.
In un giorno senza spazio e senza tempo Prakriti mutò,
e divenne.

Divenne mare, e terra.
Divenne cielo, nuvole, sole e luna.
Divenne uragano e tempesta.
Divenne alberi, fiori, ogni singolo filo d' erba.

Divenne.

Tanto bello fu il suo mutare che Purusa si perse in lui, nel suo mutare e divenire.
Si perse dimenticando se stessa per essere parte di quello splendore.

Senza mai essere una sola cosa divvennero uno.
Senza mai fondersi l' uno nell' altra non si poterono più separare.

E Purusa a sua volta divenne spettatrice di ogni cosa, immedesimandosi in essa.
Essendo anch' essa, senza mai essere.

Attraverso i nostri occhi Purusa vede la Prakriti e crede di essere, tutt'oggi.
Prakriti vorrebbe liberarla ma non può comprenderla perchè mentre l' uno è la notte, l' altra è pura luce.

Solo chiudendo gli occhi noi possiamo vedere quella luce che è Purusa, il nostro vero "Io",
perchè non siamo materia, siamo spirito....

Non siamo Prakriti, siamo Purusa.








Interpretazione del Samkya
by Kat

domenica 13 febbraio 2011

Pippi!!


Ho scoperto che al mattino, alle 8, in TV danno Pippi Calzelunghe!
La serie, non il cartoon.

Voi non avete idea di come guardarne la sigla e pochi minuti (esco alle 8.10 altrimenti perdo il treno....) mi faccia iniziare con più buonumore la giornata!!

E prima di Pippi c' è Pollon!! Altro che i cartoni di oggi.........


E voi? Cosa vi fa iniziare bene la mattina?

(alzarsi al pome non conta, ok?)

giovedì 3 febbraio 2011

Vissuto.


Ho riflettuto molto sul condividere o meno questa mia esperienza.

Quel che mi ha fatto decidere è stato il ricordo della mia necessità di sapere mentre vivevo quel che è stato. Avrei voluto poter parlare a tutte le donne dal mondo, sapere chi di loro, come, perchè, quando e quanto tempo fa aveva vissuto una cosa simile.

Ma veniamo al sodo:

sono rimasta incinta. Ho abortito alla sesta settimana.
Spontaneamente.
Senza motivo, senza preavviso, senza un perchè.

Sono anni che desidero un bimbo, infine il mio contratto è divenuto Indeterminato e col marito ci siamo detti: "dai!! Si fa il marmocchio!!"

Ho ancora la foto del test positivo.....

Dio che gioia era pensare a quel fagiolino annidato dentro di me.........

E poi una mattina il sangue, poco, appena una macchia.
Telefono al mio ginecologo che mi manda al pronto soccorso più vicino per un Eco veloce...
al pronto soccorso mi dicono che un pò di sangue è normale, di non allarmarmi. trascorro la notte lì ( tra infermiere che secondo me pensavano volessi qualche giorno di "mutua") tra un esame e l' altro, insomma per farla breve mi rimandano a casa con qualche patta sulla spalla e una perla di saggezza:" gli ermioni sono programmati per vivere un tot di tempo, quindi signora se lo perde non si crucci".
"certo, grazie dottore."

Il giorno dopo ho perso il bimbo: un flusso di sangue copioso e tante lacrime.

In se la cosa non è stata fisicamente invasiva, ma ora non posso che guardare con invidia ogni pancione, ogni bimbo...non posso che chiedermi quanto sarei "panciuta" ora se non l' avessi perso.
Chissa se sarebbe stato un maschio, o una femmina,.
Quanti chissà............

E non saprei descrivere a pieno le sensazioni perchè sono così tante e profonde......ci ripenso e non piango più perchè è stata così dura che la mia mente se ne è staccata, e vedo me stessa seduta sulla sedia in cucina fare il numero di mia madre tra le lacrime senza però riuscire a dire pronto. Vedo mio marito sfilare il telefono dalle mie dita tremanti.
Lo vedo stringermi mentre racconta mentre io a malapena respiro soffocata dal pianto.

In quei giorni sapere che altre prima di me avevano vissuto eserienze simili mi è stato di conforto, e sono grata a tutte quelle che mi han detto "so che è dura, ci sono passata anche io" per aver condiviso con me una simile esperienza.
Grazie a tutte.
E grazie a tutti i miei amici che mi sono stati accanto, ma voi che vi amo già lo sapevate.
Grazie a mio marito che ha capito.

Ora fronteggio la paura del futuro tra il desiderio ancora più forte di un bimbo, e la paura che ora l' accompagna.

Se per ogni cosa c' è un motivo forse un giorno mi verrà svelato il perchè di tanto dolore.
Forse qualcuno mi dirà perchè nascono bimbi a "madri" che poi li abbandonano.
Perchè donne meravigliose piene di amore da poter dare, invece, vengono private da orribili malattie della possibilità di essere madri.

In tutto questo forse c' è un senso che non posso cogliere come mortale, ma aiuta sperare che ci sia.
Perchè se questa vita fosse davvero un singolo viaggio nel caos, senza meta e senza scopo, allora amici miei, sarebbe la più grande fregatura........

giovedì 27 gennaio 2011

Toys


Vi capita mai di desiderare ancora i giochi che da bimbi non avete avuto ma che bramavate?

A me si:

Il mini pony con il tatoo profumato sulla chiappa....
I leoni di Voltron (ho avuto solo il giallo, confiscatomi a scuola perchè "da maschio").....
Quei disegni con i numeretti da colorare.....