giovedì 24 febbraio 2011

Lievito Madre


Ebbene si, ci sono cascata anche io!!

Letto ovunque (Qui, qui...) non poteva che stuzzicarmi curiosità dato che ormai da anni faccio il pane in casa ogni domenica!

La ricetta è semplice, dopo aver frugato nei vari siti-blog e varie ho scelto questa:

200gr farina manitoba
100gr acqua
1 cucch di miele
1 cucch di olio d oliva

Si impasta il tutto e...........VIA!!



Il lievito madre, se curato, può durare per sempre, essendo "vivo" basta dargli da mangiare (e tanto amore............).

Dopo il primo impasto, infatti, si attendono 48 ore nelle quali la palletta di pasta triplicherà il suo volume, e poi si parte con i rinfreschi:

i primi giorni ogni giorno (per 7-10 giorni), poi una volta a setti o secondo necessità.



Il rinfresco consiste in un reimpasto, tenendo 200gr di impasto si aggiunge lo stesso peso in
farina e la metà in acqua (200gr impasto+200gr
farina+100gr acqua).
Mantenendo le proporzioni a seconda delle esigenze tramite i rinfreschi si ottiene la quantità di lievito necessaria.

Considerate che per un kilo di farina sono necessari 3 etti di lievito madre, e che naturalmente i tempi di lievitazione sono decisamente più lunghi che con il lievito di birra.

Il mio lievito è molto giovane e ne ha di strada da fare, ma i primi panini sono stati sfornati e già digeriti!!




Bè, che dire, fatemi sapere!!

1 commento:

Alessandra ha detto...

Ma sai da quanto ho in programma di farlo!!E' che mi mette un po' di timore,però devo devo assolutamente!