lunedì 1 dicembre 2008

Meditazione


La stanza era satura dell' odore di incenso e delle chiacchere di noi, persone appena conoscenti, tutte li per la medesima esperienza.
Il Maestro entra nella stanza e tutte le voci si spengono come d incanto.
Vestito interamente di bianco ha la presenza di una saggio...
Alzatevi in piedi
La sua voce è profonda autoritaria ma dolce. quella di un padre, di un nonno.
Chiudete gli occhi
e d' improvviso l' odore di incenso è più forte
Sentite la presenza dei saggi Sentite il loro odore
e il mio primo pensiero va a mio padre
Cantiamo l AOM per rendere le loro lodi e poi la meditazione ha inizio
In terra a gambe incrociate, le mani in grembo e gli occhi chiusi,
uno accanto all altra dobbiamo lasciare che il tempo smetta di scorrere,
dobbiamo dimenticare il nostro corpo e ogni nostro pensiero.
Dobbiamo andare in un luogo dove è pace.
Penso ad un albero, grande, maestoso che possa darmi l' accoglienza della sua ombra in una giornata di sole.
Penso al tocco morbido dell' erba sulla mia pelle.
Al vociare di un ruscello vicino...
Poi tutto passa in secondo piano e i brividi del mio corpo mi fanno sentire qualcuno accanto a me.
Papà?
Non saprei...ma la sensazione è così piacevole che vorrei durasse per sempre...
Non sento più le gambe...che importa?
Lascio che nella mia mente tutto svanisca e così il tempo è volato...
Alzatevi
Si avvicina a noi e ci fa prendere per mano, in cerchio.
Il Maestro è alla mia sinistra, la sua mano è calda, la sua stretta sicura.
la sua voce riempie la stanza di canti di lode.
Che sensazione di protezione e benessere....

Che esperienza appagante...è proprio vero che non siamo più in grado di trovare del tempo per il nostro spirito. In poco più di un ora e mezza ho imparato molte cose.
Spero di riuscire a trovare il giusto ritmo nella mia vita per poter dedicare un pò di tempo a farmi del bene...


SHANTY PATH
(La grande invocazione di Pace)

ASATO MA SADGA MAYA
TAMASO MA JYOTIR GAMAYA
MRITJORMA AMRITAM GAMAYA

SARVESHAM SHANTIR BHAVANTU
SARVESHAM PURNAM BHAVANTU
SARVESHAM MAGALAM BHAVANTU
SARVESHAM SWASTIR BHAVANTU

LOKA SAMASTAH - SUKHINO BHAVANTU

OM - TRYAMBAKAM VAJAAMAHE
SUGANDIM PUSHTI VARDHANAM
URVARUKAMIVA BANDHANAT
MRITYORMUKSHIYA MA-AMRITAT

OM SHANTY SHANTY SHANTY OM

HARI OM


[Trad.]



"Meditare è addestrarsi in ciò che è stato chiamato ‘il miracolo della presenza mentale’: si scopre che quella che ritenevamo all’inizio una pratica circoscritta in tempi e luoghi prestabiliti (la palestra, la nostra camera, ad esempio) diventa via via una macchia d’olio che si espande sempre più, in grado di mutare radicalmente il nostro stare nel mondo, il nostro vivere la vita. Meditare non significa rifugiarsi nel proprio paradiso mentale, bensì avere un contatto semplice e diretto con la realtà (interiore - noi stessi - ed esteriore), liberi dagli innumerevoli filtri che si interpongono tra la mente e il vero. Meditare vuol dire fare piazza pulita delle innumerevoli teorie psicologiche, filosofiche, affascinanti quanto pretestuose, fare piazza pulita di parole e spiegazioni, e volgersi verso il Sé, la propria natura, in direzione di una conoscenza non più meramente intellettuale, bensì autentica e diretta."
Cit.

6 commenti:

al-dahri ha detto...

Perché ho l'impressione che presto non prenderai più l'autobus... ma andrai al lavoro levitando un po' come Gea negli ultimi albi? Comunque uno di 'sti giorni dobbiamo trovare il tempo per vederci.

The_thinker ha detto...

In questi giorni la mia misantropia è a livelli molto preoccupanti...chissà magari se mi metto a fare della meditazione è la volta buona che mi faccio anche io 7 anni in tibet ^^.

Ciuazzz.

Gatta bastarda ha detto...

la descrizione era così dettagliata e vivida,calda e colorata che ho sentito persino il profumo! grazie!

Ishtar ha detto...

Un saluto di corsa, anche se dovrei imparare a meditare...ciao

wilson ha detto...

uehilà stiamo ancora meditando?

streghetta ha detto...

Ma quanto dura la meditazione^_^.Aspetto un nuovo post, nel contempo vieni a farmi una visitina...